A Young Innovators Business Forum siglato patto per rilancio

(Adnkronos) – E' un patto tra le istituzioni, gli innovatori e le grandi imprese per il rilancio dell’Italia quello che ha chiuso la seconda edizione dello Young Innovators Business Forum a Milano. Una manifestazione unica nel panorama italiano ed europeo che ha avuto una platea piena, attenta e giovane, grazie anche alla presenza delle scuole, e in cui si sono tenuti oltre 60 speech. L'evento dedicato all’innovazione e alle nuove generazioni – promosso da ANGI, l’Associazione Nazionale Giovani Innovatori in collaborazione con gli Uffici del Parlamento Europeo in Italia e con il patrocinio della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, dell’Agenzia per l’Italia Digitale, del Cnr e dell'Enea – ha messo in luce le principali sfide che riguardano l’innovazione in Italia quella che si è svolta oggi a Milano e che ha visto istituzioni, aziende e associazioni a confronto.  Durante l’evento è stato presentato anche il secondo rapporto “Giovani, innovazione e transizione digitale”, promosso da ANGI Ricerche in collaborazione con Lab21.01, da cui sono emersi i nuovi trend tecnologici. Su tutti, quello che vede gli under35 credere nell’IA come primo motore dell’innovazione e come principale megatrend della transizione ecologica e digitale. Secondo il rapporto, infatti, per i giovani il futuro è nell’AI, mentre le generazioni precedenti continuano a considerare dominanti altre tendenze come l’ecommerce. Focus anche sulla fuga dei cervelli, che rappresenta un problema per il 90% dei giovani contro il 70% degli italiani in generale e sul gender gap che nel mondo tech è ancora ben radicato secondo il 70% degli under 35. “Siamo lieti dell’importante successo di pubblico e contenuti della seconda edizione dello Young Innovator Business Forum di Milano – ha detto Gabriele Ferrieri, presidente dell’ANGI – Davvero importante la presenza anche delle istituzioni e delle grandi aziende per evidenziare i punti di forza e di crescita del nostro ecosistema Paese all’insegna degli investimenti sul digitale e sulla sostenibilità". "Oggi abbiamo sottoscritto un vero e proprio patto per l'Italia – ha continuato Ferrieri – con l'obiettivo di promuovere e rilanciare l’ecosistema economico industriale italiano anche al fianco delle più importanti organizzazioni sia istituzionali che del mondo delle imprese e direttamente dalla testimonianza dei più importanti opinion leader del mondo delle corporate e delle startup”.   (Adnkronos) – E' un patto tra le istituzioni, gli innovatori e le grandi imprese per il rilancio dell’Italia quello che ha chiuso la seconda edizione dello Young Innovators Business Forum a Milano. Una manifestazione unica nel panorama italiano ed europeo che ha avuto una platea piena, attenta e giovane, grazie anche alla presenza delle scuole, e in cui si sono tenuti oltre 60 speech. L'evento dedicato all’innovazione e alle nuove generazioni – promosso da ANGI, l’Associazione Nazionale Giovani Innovatori in collaborazione con gli Uffici del Parlamento Europeo in Italia e con il patrocinio della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, dell’Agenzia per l’Italia Digitale, del Cnr e dell'Enea – ha messo in luce le principali sfide che riguardano l’innovazione in Italia quella che si è svolta oggi a Milano e che ha visto istituzioni, aziende e associazioni a confronto.  Durante l’evento è stato presentato anche il secondo rapporto “Giovani, innovazione e transizione digitale”, promosso da ANGI Ricerche in collaborazione con Lab21.01, da cui sono emersi i nuovi trend tecnologici. Su tutti, quello che vede gli under35 credere nell’IA come primo motore dell’innovazione e come principale megatrend della transizione ecologica e digitale. Secondo il rapporto, infatti, per i giovani il futuro è nell’AI, mentre le generazioni precedenti continuano a considerare dominanti altre tendenze come l’ecommerce. Focus anche sulla fuga dei cervelli, che rappresenta un problema per il 90% dei giovani contro il 70% degli italiani in generale e sul gender gap che nel mondo tech è ancora ben radicato secondo il 70% degli under 35. “Siamo lieti dell’importante successo di pubblico e contenuti della seconda edizione dello Young Innovator Business Forum di Milano – ha detto Gabriele Ferrieri, presidente dell’ANGI – Davvero importante la presenza anche delle istituzioni e delle grandi aziende per evidenziare i punti di forza e di crescita del nostro ecosistema Paese all’insegna degli investimenti sul digitale e sulla sostenibilità". "Oggi abbiamo sottoscritto un vero e proprio patto per l'Italia – ha continuato Ferrieri – con l'obiettivo di promuovere e rilanciare l’ecosistema economico industriale italiano anche al fianco delle più importanti organizzazioni sia istituzionali che del mondo delle imprese e direttamente dalla testimonianza dei più importanti opinion leader del mondo delle corporate e delle startup”.  https://www.adnkronos.com/a-young-innovators-business-forum-siglato-patto-per-rilancio_67MOh3hDlHNdD4WpmUETAKeconomiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *